programma 2016-2017

 

Declinare la misericordia nella vita: tracce di un percorso personale e di gruppo

 

Abbiamo camminato insieme, nell’anno giubilare della misericordia, nel solco tracciato da papa Francesco.Il nostro è un gruppo che nella condivisione degli ideali della fede cattolica e nello stato di omosessuali dei suoi componenti, vive il desiderio di un cammino di ricerca di Dio, di esperienze di vita quotidiana ed interiore, di impegno sociale ed ecumenico. All’interno di una realtà sociale ed ecclesiale complessa, come quella di oggi, la specificità del “carisma del gruppo Emmanuele” è arricchita dallo stare insieme nell’amicizia, nella stima e nell’ascolto di tutte quelle realtà e persone che condividono con noi un tratto del loro cammino. Vogliamo come omosessuali credenti, tenere accesa “la lanterna” di una presenza e di una testimonianza nella comunità cristiana cattolica ben coscienti della nostra “fragile presenza” ma anche convinti che occorra dare un respiro più ampio e aperto alla Chiesa che amiamo, affinché non sia semplice dispensatrice di principi, spesso disattesi nella concretezza quotidiana della vita, ma luogo reale di comunione.

Insieme come gruppo si cerca, si accoglie, si condivide, si guarda, si maturano azioni dense di significato e ricche di propositi ed obiettivi. Vogliamo continuare il percorso personale e di gruppo, intrapreso nell’anno giubilare della Misericordia, che termina il 20 novembre, con una chiave più “concreta”. Abbiamo capito che vivere la misericordia significa “declinarla” nelle sue forme e manifestazioni. Declinare cioè “piegare verso”, volgersi verso il basso… “discendere” verso una realtà dopo averne colto un suo punto di forza, un suo enunciato.  Declinare la Misericordia è nel contempo “enunciare” ordinatamente ciò che costituisce il nucleo, l’essenza, “il cuore” di ciò che vogliamo far conoscere e testimoniare rispetto alle persone che ci si trova davanti.

Ecco che “misericordia” diventano per noi quest’anno delle tracce da seguire in un percorso segnato dalle parabole di Gesù:

  • La misericordia come amore che cerca (Lc 15,4; 15,8) e si sposta verso qualcosa e qualcuno così da spingerci a fare il primo passo; come accoglienza (Lc 15,20) che si allarga ad un coinvolgimento e restituisce dignità a tutti.
  • La misericordia come amore che si fa condivisione (Lc 15,22-24) e trova sempre un posto per l’altro. Amore gratuito che si dà e nulla attende. Amore che cerca e ci pone nell’inquietudine di voler cercare, buttandoci fuori da noi stessi.
  • La misericordia come preghiera. (Lc 18,1-8) e sguardo interiore verso se stessi e gli altri (Lc 15,17) per vedere se stessi, osservare il percorso della vita, leggere la propria storia ed assumere un atteggiamento di conversione e riconoscenza.

Sono 19 anni che il gruppo “Emmanuele” si incontra, riflette, prega e testimonia una presenza nella realtà composita della Chiesa Cattolica. Rimaniamo insieme perché vogliamo crescere come credenti e omosessuali condividendo le gioie e le inquietudini legate all’esperienza di fede e alle relazioni, consapevoli di essere una presenza certe volte scomoda dentro la nostra chiesa, una presenza che chiede accoglienza, che pone degli interrogativi e che quindi la fa crescere.
Vogliamo continuare questo impegno, con semplicità e umiltà.


 sabato 1 e domenica 2 ottobre 2016

La misericordia è amore che cerca (Lc 15,4; 15,8)
La misericordia è amore che cerca e ricerca. È amore dinamico, non sta seduto, è amore che si sposta verso qualcosa e qualcuno, è amore che ci spinge a fare il primo passo!

Uscita di gruppo


domenica 6 novembre 2016

La misericordia non esaudita: l’amore negato  (Lc 16,19-31)
La misericordia non è una virtù naturale, che dipende dal carattere di ciascuno ma è una disposizione interiore che matura e cresce stando insieme all’Amore. La misericordia s’impara alla sequela di Gesù Cristo.

Incontro con don Dario Vivian e il gruppo “la Parola”


sabato 26 novembre 2016

La misericordia è amore che si fa preghiera. (Lc 18,21)

Veglia di Avvento – chiesa di S. Caterina


domenica 18 dicembre 2016

La misericordia è amore che si fa condivisione. (Lc 15,22-24)
La gioia della misericordia si deve condividere: è fare festa! È la festa della riconoscenza reciproca, dello stare e camminare insieme nella fede comune, nell’essere comunità credente.

Celebrazione eucaristica di natale a Vicenza insieme al gruppo La Parola


domenica 15 gennaio 2017

La misericordia è amore che si fa accoglienza. (Lc 15,20)
L’amore si fa misericordia nel momento in cui accoglie, si allargano le braccia per un coinvolgimento che restituisce dignità, che ci tratta sempre da figli. Siamo orfani di padri incapaci di farci capire la Misericordia di Dio verso tutti.

Incontro con un rifugiato


domenica 26 febbraio 2017

La misericordia è amore che si fa condivisione. (Lc 15,22-24)
L’amore condiviso
è misericordia che allarga il cuore e chiama tutti. Amore come tavola imbandita, dove c’è sempre un posto per l’altro.

Condivisione delle nostre esperienze sulla misericordia


sabato 4 marzo 2017

La misericordia è amore che si fa preghiera. (Lc 18,21)

Veglia di Quaresima – chiesa di s. Caterina


domenica 19 marzo 2017

La misericordia non esaudita: l’amore negato  (Lc 18,9-14)
(Il fariseo e il pubblicano al tempio ) La misericordia non è una virtù naturale, che dipende dal carattere di ciascuno ma è una disposizione interiore che matura e cresce stando insieme all’Amore.

Incontro con Damiano Migliorini ed il gruppo “la Parola”  (data da confermare)


domenica 2 aprile 2017

La misericordia è amore gratuito (Lc 15,22)
La misericordia è amore che si dà e nulla attende. Neanche che l’altro comprenda la tua tenerezza ed accolga il tuo sforzo d’amore, il tuo essere uscito di casa, l’esserti esposto e l’aver rischiato per lui. 

Incontro con ospite esterno


sabato 29 aprile – lunedì 1° maggio 2017

La misericordia è amore che cerca (Lc 15,4; 15,8)
La misericordia è amore che cerca. È amore che ci pone nell’inquietudine di voler cercare che si è allontanato o perso, di ritrovare amici da accogliere in un rinnovato ed avvolgente abbraccio. La misericordia è amore che ci butta fuori da noi stessi.

Uscita di gruppo


domenica 14 maggio 2017

La misericordia è amore che si fa preghiera. (Lc 18,1-8)

Preghiera ecumenica per le vittime dell’omofobia presso la chiesa Valdese


sabato 4 giugno 2017

La misericordia è amore che si fa preghiera. (Lc 18,1-8)

Veglia di Pentecoste – chiesa di s. Caterina


domenica 11 giugno 2017

La misericordia come sguardo interiore verso se stessi e gli altri. (Lc 15,17)
La misericordia è vedere se stessi, osservare il percorso della vita, leggere la propria storia ed assumere  un atteggiamento di conversione e riconoscenza.

Incontro di verifica di fine anno