Baci in piazza a Modena “Giovanardi, questo è amore”

La Repubblica mobile – Bologna 19 febbraio 2012

Centinaia di persone in piazza per dire no all’omofobia. Una “limonata collettiva” in risposta alle parole dell’ex ministro contro le affettuosità in pubblico tra persone dello stesso sesso

Baci ad oltranza, abbracci, foto-ricordo, musica e slogan contro l’omofobia. E’ una “limonata collettiva” quella che i Giovani decratici del Pd di Modena, con l’adesione di molte associazaioni tra cui Arcigay, hanno inviato all’ex ministro Carlo Giovanardi dopo le sue dichiarazioni in un’intervista radiofonica che paragonavano il bacio tra donne all’atto di fare la pipì in pubblico. All’appuntamento organizzato nella piazza Matteotti di Modena, città in cui vive lo stesso Giovanardi, hanno aderito alcune centinaia di persone.

“A noi è sembrato un atteggiamento offensivo nei confronti di tutti, non soltanto degli omosessuali, quindi – ha spiegato dal palco Giuditta Pini, della segreteria modenese dei Giovani democratici, prima di invitare tutti a baciarsi e a lasciarsi fotografare – abbiamo deciso che all’ignoranza si può rispondere solo con un gesto d’affetto e con un bacio. Se Giovanardi ha qualche problema, che venga in piazza e veda che la gente che si bacia non dà fastidio, è un gesto d’amore”.

Nei giorni scorsi l’ex ministro aveva commentato l’iniziativa come una “intimidazione da squadristi fascisti”. La replica dei giovani della sinistra non è mancata questo pomeriggio, ma a suon di musica, palloncini di colore arancione e la ripresentazione dell’intervista radiofonica incriminata, realizzata da tre attori sul palco vestiti con parrucche viola, blu e rosse.

Diversi i cartelli e gli slogan contro l’esponente del Pdl, che non è nuovo a uscite sgradite agli omosessuali. “Modena respinge l’omofobia. Modena ripudia Giovanardi”, la frase scritta su un telo bianco appeso in piazza. In un cartello è apparsa una foto ritoccata del parlamentare del Pdl abbracciato a un altro uomo, con il titolo “Giovanardi, ti vogliamo così”.

Il “bacio collettivo”, sia tra omosessuali che tra etero, è stato intervallato dalla musica sul palco e dai discorsi dei politici presenti. Il Partito democratico ha trasmesso in diretta streaming (ripresa anche da Repubblica.it) l’iniziativa sul proprio portale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *