Brad & Brad e quel bimbo adottato grazie a Facebook

da Corriere della Sera del 14 agosto 2013

di Dario Salvelli

Di loro ne aveva parlato Fox nel lontano 2010 poi di nuovo qualche mese fa e infine la BBC. Brad Letson e Brad Benton sono americani, per gli amici «The Brads»: hanno lo stesso nome, la stessa data di nascita e davvero molte passioni in comune. Si sono incontrati nel 2005 dopo aver chattato per circa una settimana, si sono innamorati e dopo un fidanzamento durato qualche mese sono andati a convivere in una casa unifamiliare nel Maryland, appena fuori la metropolitana di Washington DC.

Da allora non si sono più lasciati. Si potrebbe dire che sia una storia d’amore andata a buon fine nata attraverso un sito di dating online. Nel 2006, dopo circa un anno, cominciano a scrivere un blog, My 2 Brads che racconta la loro vita di coppia con molti post scritti soprattutto da uno dei due Brad, Benton, che ha un background nel marketing.

I due Brad però avevano un sogno: adottare un bambino. E così nel 2009 cominciano il lungo processo di adozione per allargare la loro famiglia attraverso l’agenzia Adoptions Together. I mesi però passano e dopo tanti sforzi e documenti l’adozione non arriva.

E così per accelerare l’adozione Benton decide di usare le sue conoscenze del web e ha un’idea: pubblica un annuncio pubblicitario su Facebook con la ricerca dell’adozione e sei ore dopo riceve una risposta da Sesa Juliana, una mamma che era incinta e in quel momento non sapeva bene cosa fare con il suo bambino.

Dopo aver chattato online su Facebook e attraverso Skype per mesi con Sesa, i tre decidono che l’adozione può avvenire e così i due Brad si trovano qualche mese dopo in una stanza d’ospedale mentre Sesa dà alla luce Kyler che oggi ha circa 3 anni.

brads

Se chiedete a Kyler che ne pensa di tutto ciò vi risponderà: «Che cosa c’è di meglio di un padre? Due!».

Già dal 2009 i due papà per aiutare altre coppie hanno deciso di raccontare la loro storia e tutto il loro mondo su di un gruppo Facebook e sul sito the2brads.comed hanno aperto di recente una pagina Facebook.

Intanto non mancano ad esempio altre coppie che stanno cercando una strada simile come Eddie e Mehl con My Two Fathers.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>