Comunità omosessuali

Le scienze sociali sulla popolazione LGBT
a cura di Fabio Corbisiero
Franco Angeli, Milano 2013
pp. 288, € 36,00

cop.aspx

Gay, Lesbiche, Bisessuali e Transessuali. Persone «diversamente etero» le cui identità, rivendicazioni e peculiarità si compongono e ricompongono nel mosaico LGBT. Ma cosa significa appartenere ad una comunità omosessuale? Quali sono le rivendicazioni e i diritti per cui gli omosessuali oggi ancora si battono? Cos’è l’eterosessismo? Perché Berlino, Madrid e Tel Aviv sono città gay-friendly?
Il volume offre alle lettrici e ai lettori la risposta a queste e ad altre domande, attraverso un’inedita prospettiva sul tema offerta dalle scienze sociali. Accantonando ogni tentazione voyeuristica, tipica del vecchio paradigma scientifico, gli studiosi chiamati a scrivere in questo volume sdoganano vincoli e paradossi della società eterosessista, descrivendo l’omosessualità come una condizione «plurale» e «diffusa» del comportamento umano. Antropologi, giuristi, sociologi, linguisti, psicologi e teologi affrontano le omosessualità in chiave multidisciplinare, ciascuno con il suo portato analitico: si va dal matrimonio tra persone dello stesso sesso alle politiche arcobaleno; dall’identità di genere alla queer theory; dall’inserimento lavorativo allo stato di progresso della ricerca scientifica.
Il libro è, solo in linea teorica, diviso in due parti: i contributi si sviluppano sulla linea lunga dell’uguaglianza-disuguaglianza, nel tentativo di ridurre, almeno nel tempo che il lettore dedicherà alla riflessione sul tema, la forbice democratica fatta di inclusione per la maggioranza (gli eterosessuali) e di esclusione per la minoranza (gli omosessuali).

Contributi di Anna Lisa Amodeo, Amalia Caputo, Maria Cristina Cimaglia, Anna Paola Concia, Giordana Curati, Paolo Fazzari, Paolo Gamberini, Pietro Maturi, Salvatore Monaco, Rosa Parisi, Salvatore Prisco, Cirus Rinaldi, Elisabetta Ruspini, Paolo Valerio, Roberto Vitelli

Fabio Corbisiero è docente presso l’Università degli Studi di Napoli «Federico II», dove insegna discipline sociologiche. Le sue aree di ricerca riguardano la sociologia, con particolare riferimento ai contesti urbani nella dimensione della disuguaglianza sociale e delle minoranze (disabili, immigrati, omosessuali, lavoratori precari). È stato Visiting Researcher presso la CUNY di New York (2008-2009) e Visiting Professor presso il KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma (2011). Per i tipi della Franco Angeli ha pubblicato: Le trame della povertà (2005); Osservatorio Welfare (2008). Sul tema: Certe cose si fanno. Identità, genere e sessualità nella popolazione LGBT (Napoli, 2010).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *