Essere gay è ancora un problema?

dal blog «Solferino 28 anni» di Corriere.it del 5 dicembre 2012

di Chiara Maffioletti

omofobia

Questo è un blog per i giovani. E purtroppo, ancora oggi, molti giovani, anzi, decisamente troppi giovani hanno ancora un problema enorme che non dovrebbe esistere in un Paese normale. Civile, intendo. Esistono tanti ragazzi che vivono ogni giorno come fosse un peso la loro omosessualità. Colpa di chi li circonda. Non di tutti, intendiamoci. Ma anche se la stragrande maggioranza delle persone crede che l’omosessualità sia un normale orientamento sessuale, esiste ancora chi non la vede così. E, purtroppo, l’amarezza si fa anche più grande nel constatare che anche tra i più giovani c’è chi ragiona in questo modo.

Sono recenti i casi di omofobia che vedevano protagonisti dei 15/16enni, derisi e umiliati per il fatto di essere gay. E da chi? Drammaticamente, da loro coetanei.

Come può esistere ancora il pregiudizio nei confronti dei gay da parte dei giovani? Dove si sbaglia? Forse a monte non è stato insegnato loro il rispetto? Forse è solo una questione di ignoranza?

Di ieri, questa notizia: «È sconcertante quanto accaduto in una scuola media della Val di Vara vicino La Spezia, dove un prete ha scritto una nota sul registro di classe, a danni di due alunni,  perchè “sorpresi in atteggiamenti gay”». Lo ha dichiarato il presidente dell’Associazione Gaycs, Adriano Bartolucci Proietti.

Cosa significa? Non sarebbe bastato bacchettare gli atteggiamenti “amorosi” in generale? Come si saranno sentiti quei due ragazzi? Sono convinta che sia necessario non far finta di niente di fronte a storie come queste. Questa volta siamo soprattutto noi, i giovani, che dobbiamo dare l’esempio.  E rifiutare in maniera indiscutibile ogni messaggio omofobico (è ancora confusa la vicenda su Andrea, il giovane di Roma che si è suicidato, inizialmente, si pensava, per le continue prese in giro circa il suo orientamento sessuale).

Credete anche voi che ci sia ancora tanta strada da fare in questo senso, pure tra noi giovani? Avete vissuto in prima persona episodi di discriminazione o, comunque, spiacevoli? Condividerli qui potrebbe essere un primo passo per scardinare qualcosa che deve finire. Al più presto.

Scriveteci.

Qui i commenti dei lettori del blog.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>