il cardinale Dolan manda segnali a Obama

dalla rivista cattolica JESUS
maggio 2013, pag.40

Timothy Michael Dolan

Timothy Michael Dolan

Sarà che dopo l’elezione al soglio di Pietro di Jorge Mario Bergoglio spira un’aria diversa nella Chiesa cattolica universale, sarà che Barack Obama ha conquistato per la seconda volta la Casa Bianca nonostante le perplessità di molti vescovi Usa, oppure sarà che a giugno la Corte suprema prenderà una decisione che si annuncia storica sulle coppie gay. Fatto sta che il presidente della Conferenza episcopale Usa, il cardinale Timothy M. Dolan, ha lanciato un interessante segnale di fumo su questo tema controverso. Intervistato dalla televisione Cbs, l’esuberante arcivescovo di New York ha affermato: “Dobbiamo fare di meglio per evitare che la nostra difesa del matrimonio non si riduca a un attacco contro i gay”. E poi ha aggiunto che la Chiesa deve “assicurarsi di non essere contro nessuno”. Durante la Messa pasquale a New York, Dolan – che era considerato “papabile” al conclave – ha salutato il “rinnovamento, la riparazione e la resurrezione” della Chiesa inaugurati con l’elezione di papa Francesco.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>