In Somalia, lapidato a 18 anni perché gay

Mercoledì 20 Marzo 2013
da www.gay.it

Mohamed Ali Baashi, 18enne somalo, è stato lapidato dopo essere stato accusato di sodomia. Il giovane – secondo il racconto del quotidiano Identity Kenya – è stato fatto entrare in una fossa scavata nel terreno e poi preso a sassate fino a che non è morto. A compiere il delitto è stato il gruppo Al Shabaab, considerato vicino ad Al Qaeda, nel villaggio di Barawe, a circa 50 miglia dalla capitale Mogadiscio. La denuncia è del gruppo Somali Gay Community .

gay lapidato in somalia foto 1 gay lapidato in somalia foto 2

Un pensiero su “In Somalia, lapidato a 18 anni perché gay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *