John Mc Neill a Roma all’Europride per l’anteprima di “Taking a chance on God”

Roma, 5 giugno 2011
Progetto Gionata – comunicato stampa

John Mc Neill, arrivato oggi a Roma, ha scelto la capitale e l’Europride per l’anteprima mondiale di “Taking a chance on God“, film sulla sua vita e le sue battaglie, che sara’ proiettato al Pride Park, lunedì sera alle 21.45.
John McNeill, il famoso teologo, ex-gesuita, che per tutta la sua vita si e’ strenuamente impegnato per la liberazione delle persone omosessuali e transessuali, e per la loro piena accoglienza all’interno delle chiese cristiane, è arrivato oggi a Roma, invitato da i gruppi di omosessuali cristiani, italiani ed europe, con il coordinamento di “Nuova Proposta”. Domani sera, alle 21.45, al Pride Park, anteprima mondiale del film sulla sua vita “Taking a chance on God”, diretto da Brendan Fay. McNeill ha in programma per tutta la settimana una fitta serie di interviste (tra cui L’Espresso.it, Radio RAI1, Adista, …) ma sarà volentieri disponibile per ogni collega che voglia parlare della sua straordinaria vita e delle sue tenaci battaglie nel nome dell’Amore e del servizio al prossimo.

Lunedì 6 giugno, alle ore 21.45, presso lo spazio “eventi” del Pride Park di Roma, avrà luogo l’anteprima mondiale del docu-film “Taking a Chance on God” (Scommettere su Dio) del regista american o Brendan Fay, che racconta, in maniera commovente e vera, la vita di John McNeill, teologo ed ex sacerdote cattolico oramai 85enne, pioniere dell’attivismo per i diritti delle persone LGBT e fondatore del movimento “Dignity” che raccoglie in Nord America tutte le persone omosessuali e transessuali cattoliche.

Scrive John McNeill:I giovani gay, lesbiche, bisex e trans (GLBT) in tutto il mondo hanno bisogno di ascoltare un messaggio che li aiuti a liberarsi dalla falsa vergogna e dai sensi di colpa per quello che sono, un messaggio che annunci con chiarezza l’amore di Dio per loro! Spero che il mio documentario possa essere un passo in avanti in questa direzione”.

La premiere di Taking a Chance on God avrà luogo alla presenza di John McNeill e del regista del film, Brendan Fay, invitati all’EuroPride dai cristiani italiani ed europei: un’iniziativa realizzata dal gruppo Nuova Proposta d i Roma in collaborazione con il Progetto Gionata, lo European Forum of LGBT Christian Groups, il Forum Italiano dei Cristiani Omosessuali, l’Agenzia di stampa Adista, il movimento internazionale Noi Siamo Chiesa ed il contributo di Dignity, il movimento dei cattolici glbt degli Stati Uniti.

Taking A Chance on God” racconta la storia degli 85 anni di vita di John McNeill, sacerdote cattolico e fra i pionieri del movimento di liberazione dei diritti umani delle persone LGBT. Il film traccia la sua vita: dall’infanzia a Buffalo, ai suoi mesi come prigioniero di guerra nella Germania nazista, alla sua chiamata al sacerdozio e alla sua passione costante per la giustizia e l’uguaglianza per le persone LGBT nella Chiesa Cattolica. Dopo la rivolta di Stonewall del giugno 1969, John McNeill è divenut o una voce di liberazione per le persone gay. I suoi scritti ha ispirato la nascita di Dignity USA, movimento che lega le persone LGBT cattoliche in America e che è ancora molto attivo oggi. Ha sfilato apertamente a molti Gay Pride. Il suo “coming out” durante una puntata del programma “Today”, dopo la pubblicazione del suo libro “La Chiesa e gli omosessuali” è stato storico.

Nel 1980, McNeill annunciò speranza, dignità, compassione e rispetto per la comunità gay in opposizione alla disperazione e alla derisione che caratterizzavano i giorni più bui degli anni dell’avanzata dell’AIDS. Ma ha dovuto affrontare una dura reazione. A McNeill fu chiesto di rimanere in silenzio per diversi anni dalle autorità della Chiesa – guidate dal Cardinale Joseph Ratzinger, l’uomo che più tardi divenne Papa Benedetto XVI. Nel 1987, fu espulso dal suo ordine religioso dei Gesuiti perché aveva deciso di rompere quel silenzio. “La mia coscienza” – ha scritto – “non riusciva più a rispettare il silenzio imposto di fronte a un documento del Vaticano che definiva l’omosessualità come “un disordine oggettivo” e “una tendenza più o meno forte, verso un intrinseco male morale”.

Taking A Chance on God” è una storia appassionata, la storia dell’amore di John McNeill per la sua Chiesa, la sua comunità gay, i suoi fratelli gesuiti, e il suo compagno amato e ora legalmente coniuge, Charlie Chiarelli. Con onestà ed emozione, riflette sulle sfide e le gioie di questi rapporti in divenire. “Taking A Chance on God” fornisce una rara opportunità per guardare al cuore del viaggio di un uomo ispirato, sempre alla ricerca di conciliare la sua vita come prete cattolico, come uomo gay e come difensore dei diritti delle persone LGBT.

Oggi, John McNeill continua a proclamare che l’amore tra persone dello stesso sesso fa parte del disegno divino, combatte l’omofobia e la misoginia, e continua a richiedere una riforma dell’insegnamento cattolico sulla sessualità. E’ infaticabile nella lotta per i diritti umani delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *