la grande settimana santa

la grande settimana santa

 

Gesù entra a Gerusalemme, particolare da dittico con scene evangeliche, V secolo d. C. – Milano, Tesoro del Duomo
Gesù entra a Gerusalemme, particolare da dittico con scene evangeliche, V secolo d. C. – Milano, Tesoro del Duomo
La Pasqua è il cuore della nostra fede, è in quei giorni santi che ogni anno si rivive il mistero di un Dio che sceglie di abbassarsi fino ai nostri piedi, per accarezzarli e baciarli, non curante che i suoi il giorno dopo saranno trafitti e rimarranno così per l’eternità come ferite gloriose.
Solo l’amore è più forte della morte: questo ci dice Gesù con il cammino dei suoi ultimi giorni.
Ma la strada è appena cominciata, perchè dopo ogni notte il sole torna, la vita rinasce e anche noi veniamo presi per mano a sbirciare nei vangeli lo sbucare del Signore Risorto da tutte le parti: eccolo apparire con i suoi piedi bucati senza alcun timore e mostrare le ferite, perchè sa che è da quelle fessure che l’amore può passare e lasciare tracce indelebili nei cuori di chi lo incontra, il più delle volte inconsapevolmente.
Giorgio Bonati

 

È veramente cosa buona e giusta, 
nostro dovere e fonte di salvezza, 
rendere grazie sempre e in ogni luogo 
a te, Signore, Padre santo, 
Dio onnipotente ed eterno, 
per Cristo nostro Signore. 
Egli, che era senza peccato, 
accettò la passione per noi peccatori 
e, consegnandosi a un’ingiusta condanna, 
portò il peso dei nostri peccati. 
Con la sua morte lavò le nostre colpe 
e con la sua risurrezione ci acquistò la salvezza.
(prefazio della domenica delle palme)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *