La Nuova Zelanda approva la legge sui matrimoni gay

da La Repubblica del 17 aprile 2013

di Rita Celi

Con l’approvazione a maggioranza da parte della Camera dei Rappresentanti, la Nuova Zelanda è diventata il tredicesimo Paese al mondo e il primo nella regione Asia-Pacifico a legalizzare i matrimoni tra coppie dello stesso sesso: i sì al provvedimento sono stati 77, i no 44. L’ufficializzazione dell’esito della votazione, trasmessa in diretta dalla tv nazionale, è stata accolta da applausi e grida di giubilo tanto dai parlamentari quanto dal pubblico presente in aula che ha intonato la canzone d’amore maori “Pokarekare Ana”.

La nuova normativa entrerà in vigore fra quattro mesi: consente tra l’altro il riconoscimento delle nozze gay contratte all’estero, e non impone più ai trans, come accadeva finora, di divorziare nel caso in cui decidessero di cambiare sesso. Centinaia di persone hanno accolto la notizia festeggiando nelle zone aperte al pubblico del palazzo del Parlamento, cantando in lingua indigena Maori. Attualmente i matrimoni tra persone dello stesso sesso sono legali in Olanda, Belgio, Spagna, Canada, Sudafrica, Norvegia, Svezia, Portogallo, Islanda, Argentina e Danimarca. Il Parlamento dell’Uruguay ha approvato la legge la scorsa settimana ma è ancora attesa la firma del presidente José Mujica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *