L’altra faccia dell’amore

regia di Ken Russell, Gran Bretagna 1970
titolo originale The Music Lovers
con Glenda Jackson, Richard Chamberlain, Christopher Gable, Max Adrian

Biografia semimmaginaria, crudele e suggestiva, di Piotr Ilic Tchajkovskij (1840-93). È qualcosa di più di un bel film: è un film “diverso” che gli amanti del cinema non possono mancare e quelli della musica debbono vedere. Persino quelli che non amano la musica di Tchaajkovskij saranno contenti: è una critica visiva. La tormentata e rimossa omosessualità di Tchaajkovskij è il nucleo della rievocazione biografica, particolarmente attenta ai risvolti psicologici e psicoanalitici del personaggio: la musica è parte integrante dell’azione come stimolo alla creazione di immagini e suggestioni visive surriscaldati con frequenti passaggi onirici e surrealistici, tipici di Russell. All’uscita del film un recensore scriveva “La storia di un omosessuale che sposò una ninfomane…” (mymovies.it)

L'altra faccia dellìamore