New York, applausi nella metro al gay che zittisce il cristiano omofobo

da Corriere.it del 21 febbraio 2013

Predicatori folli in America ce ne sono tantissimi. Uno di questi, oggi, è salito su un vagone della metro di New York per urlare le sue invettive contro i gay. Di norma la gente ignora questi tipi, voltandosi dall’altra parte. Stavolta però un distinto passeggero omosessuale s’è ribellato.

LA REAZIONE – «Io sono una persona gay e Gesù mi ama, come ama tutte le creature», ha gridato l’uomo. A quel punto, il folle ha reagito urlando ancora più forte le sue farneticazioni: «Michael Jackson è morto perché era gay. I gay sono come i pedofili». E il passeggero omosessuale, ancora più seccato, s’è rivolto agli altri passeggeri: «Non ascoltatelo, è pieno d’odio». Frasi che hanno colpito i presenti, tanto che è partito un grande applauso di solidarietà.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>