Nozze gay, storica sentenza Usa: il matrimonio non è solo tra uomo e donna

da La Repubblica del 26 giugno 2013

WASHINGTON – Con cinque voti a favore e quattro contrari, la Corte Suprema Usa ha bocciato la legge nota come The Defense of Marriage Act (DOMA) riconoscendo anche a coniugi dello stesso sesso i benefici federali di cui godono mogli e mariti americani. La legge è stata definita una «deprivazione di libertà eque». Perché la Corte Suprema stabilisse l’incostituzionalità della norma – in quanto viola il quinto emendamento sulla difesa delle libertà individuali – è stato decisivo il voto del giudice Anthony Kennedy che ha fatto la differenza schierandosi con i quattro giudici scelti dai democratici.

Il giudice Anthony M. Kennedy

Il giudice Anthony M. Kennedy

Nelle strade, fuori dalla Corte Suprema la sentenza è stata accolta da un boato di grida e applausi della folla emozionata. Ovunque bandiere con i colori del movimento gay e striscioni che da giorni attendevano la decisione finale. Quella di oggi è una sentenza storica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>