Omosessualità nella Chiesa: parlare in prima persona per scardinare il pregiudizio

adista

24 dicembre 2016
da Adista Documenti n° 45

Ludovica Eugenio

 L’omofobia contraddice il comandamento dell’amore verso il prossimo; impedisce uno sguardo storico-critico sui passi biblici pertinenti, e lo stesso Catechismo della Chiesa cattolica non ne è strutturalmente scevro, nel momento in cui tratta l’omosessualità alla voce “offese alla castità”. È un’analisi approfondita dei meccanismi di rimozione dell’omofobia l’articolo del gesuita tedesco p. Klaus Mertes, insegnante liceale, giornalista, dal 2000 al 2011 rettore del Collegio Canisius di Berlino, dal settembre 2011 di quello di St. Blasien. L’articolo è stato pubblicato sulla rivista accademica tedesca “theologie.geschichte” (vol. 11, 2016) e liberamente tradotto da Antonio De Caro per Gionata News (26/9).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *