seconda di quaresima

 

quaresima,
tempo di incontro col Dio vivente

seconda domenica di quaresima
24 febbraio 2013

mani in preghiera

 

Che meraviglia che la sua faccia sia diventata come il sole, se egli è il Sole? Che c’è di strano che la faccia del Sole diventi come il sole? Era il Sole, ma nascosto sotto una nube; rimossa la nube, ecco che splende.

Che cosa è questa nube che viene rimossa? Non proprio la carne, ma la debolezza della carne, che viene rimossa per un istante. Della contemplazione di questo Sole anche tu, Città beata, godrai in eterno, quando, discesa dal cielo, sarai ornata come sposa preparata da Dio per il suo sposo.

Questo Sole non ti acceca, ma ti aiuta a vedere, t’invade di divino fulgore. Qui lo credi per fede, lì lo vedrai.
Allora davvero, com’egli ti conosce, sarai irraggiato dal suo eterno splendore, ne sarai felicemente illuminato, gloriosamente illustrato.

Pietro il venerabile

 

Egli, dopo aver dato ai discepoli 
l’annunzio della sua morte, 
sul santo monte manifestò la sua gloria 
e chiamando a testimoni la legge e i profeti 
indicò agli apostoli 
che solo attraverso la passione 
possiamo giungere al trionfo della risurrezione.
(dal prefazio della trasfigurazione)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>