terza di quaresima 2014

 Se tu conoscessi il dono di Dio
e chi è colui che ti dice: “Dammi da bere!”,
tu avresti chiesto a lui
ed egli ti avrebbe dato acqua viva

terza domenica di quaresima

 

Gesù e la samaritana. Tavoletta eburnea - Museo Diocesano, Salerno
Gesù e la samaritana. Tavoletta eburnea – Museo Diocesano, Salerno
Dio, per mezzo dei segni sacramentali
tu operi con invisibile potenza le meraviglie della salvezza;
e in molti modi, attraverso i tempi, hai preparato l’acqua, tua creatura,
ad essere segno del battesimo:
fin dalle origini il tuo Spirito si librava sulle acque
perché contenessero in germe la forza di santificare;
e anche nel diluvio hai prefigurato il battesimo,
perché, oggi come allora,
l’acqua segnasse la fine del peccato e l’inizio della vita nuova;
tu hai liberato dalla schiavitù i figli di Abramo
facendoli passare illesi attraverso il Mar Rosso,
perché fossero immagine del futuro popolo dei battezzati;
infine, nella pienezza dei tempi,
il tuo Figlio, battezzato nelle acque del Giordano,
fu consacrato dallo Spirito Santo;
innalzato sulla croce,
egli versò dal suo fianco sangue ed acqua;
e dopo la sua risurrezione comandò ai discepoli:
“Andate annunciate il vangelo a tutti i popoli,
e battezzateli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo”.
E ora, Padre, guarda con amore la tua Chiesa:
fa’ scaturire per lei la sorgente del battesimo,
infondi in quest’acqua, per opera dello Spirito Santo,
la grazia del tuo unico Figlio;
affinché, con il sacramento del battesimo, l’uomo, fatto a tua immagine,
sia lavato dalla macchia del peccato,
e dall’acqua e dallo Spirito Santo
rinasca come nuova creatura.
(dal rito per il battesimo dei bambini-preghiera sull’acqua)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *